Home Approccio Italo Albanese Vertice UE sui balcani occidentali: Rajoy non siederà al tavolo con Hashim...

Vertice UE sui balcani occidentali: Rajoy non siederà al tavolo con Hashim Taci

0
epa06292089 Spanish Prime Minister, Mariano Rajoy, delivers his speech during the Senate's extraordinary plenary session on the application of Article 155 of the Spanish Constitution, in Madrid, Spain, 27 October 2017. Rajoy has defended the Government's measures for the establishment of the Article 155 in Catalonia a day after the Catalan President, Carles Puigdemont, confirmed he will not call regional elections. Paralelly, the Catalan Parliament is to continue its plenary session to debate whether to declare an uniteral declaration of independence and the proclamation of a republic in Catalonia. EPA/CHEMA MOYA

La Catalogna irrompe nel vertice tra l’Unione europea e i paesi balcanici.

Il primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy, non parteciperà perché non vuole essere messo allo stesso livello del presidente del Kosovo, Hashim Taci.

La Spagna non ha mai riconosciuto l’indipendenza del Kosovo, in quanto ciò potrebbe determinare un precedente pericoloso per la Catalogna, anche se secondo gli esperti di nazionalismi la situazione è molto diversa.

“In Kosovo c’é una chiara oppressione di una parte della popolazione da parte di un regime dittatoriale. Si tratta di una chiara violazione dei diritti umani, di pulizia etnica. Quindi questa è chiaramente è una situazione totalmente diversa dalla Catalogna, dove per fortuna non ci sono questi elementi”, spiega Dave Sindardet, dell’università fiamminga di Bruxelles.

Il Kosovo ha proclamato unilateralmente la sua indipendenza nel 2008 ed è stato riconosciuto da più di cento paesi. Per questo motivo, in Catalogna, si parla spesso di seguire l’esempio del Kosovo, ma per farlo avrebbe bisogno del riconoscimento della comunità internazionale.

“I partiti catalani nazionalisti useranno ciò che considerano il precedente del Kosovo per difendere anche i loro diritti e la legittimazione ad uno stato indipendente, ma chiaramente questa visione non è seguita dalla comunità internazionale” continua Sidarnet.

Altri quattro paesi dell’Unione europea appoggiano la posizione della Spagna: Grecia, Cipro, Romania e Slovacchia. Un numero sufficiente per ostacolare le probabilità del Kosovo di diventare un giorno un membro dell’Unione europea./it.euronews.com

Share: