Home Approccio Italo Albanese Scelsa dell’ICE: Se volete investimenti seri, servono le necessarie certezze dal punto...

Scelsa dell’ICE: Se volete investimenti seri, servono le necessarie certezze dal punto di vista delle normative e dei diritti reali.

0

Ad un intervista realizzato per Radio Radicale con la Dottoressa Elisa Scelsa, nuova responsabile dell’Istituto per il commercio estero italiano a Tirana, abbiamo avuto modo di sentire un rappresentante delle Istituzioni Italiani in Albania, a parlare francamente delle difficoltà che trovano gli investitori italiani in Albania e delle incertezze che devono affrontare loro al confronto l’amministrazione pubblica e delle politiche fiscali locali dinamiche quali non danno le certezze necessarie ai grandi investitori.

Vi proponiamo cosi la sua risposta alla domanda se, l’Albania offre l’accoglienza e l’ospitalità dovuta agli investitori italiani, trascritta con molta cura dal collaboratore Alessandro Zorgniotti.

Elisa Scelsa: “Dopo la missione di sistema di febbraio, le premesse ci sono tutte e l’interesse italiano è molto alto, per questo serve che Istituzioni e settori economici albanesi facciano la loro parte e diano tutte le certezze necessarie”

“Il punto è questo. L’Albania presenta diversi punti di incontro con l’Italia, e un’azienda italiana che arriva per la prima volta in Albania trova un ambiente di primo impatto caloroso, ospitale, caratterizzato da un Popolo cordiale e, come gli Italiani, capace anche di autocritica.

Man mano però che il cammino di questa impresa prosegue nella concretizzazione della sua volontà di investimento, emergono quegli aspetti più propriamente “informali”, fatti di meccanismi che tendono a far prevalere le aziende albanesi in determinati settori o che non forniscono le necessarie certezze dal punto di vista delle normative e dei diritti reali.

L’Albania come detto offre importanti opportunità industriali e commerciali, ma chi viene qui ha bisogno di sapere, per esempio, che un magistrato corrotto sarà rimosso dal suo incarico o che un malfattore andrà veramente in carcere.

Questo è un atto dovuto non solo agli imprenditori italiani o esteri che arrivano qui per portare sviluppo, ma anche agli Albanesi e ai loro figli.

L’unico modo per attrarre investitori è trattare bene quelli che già ci sono, e questo suppone un cambio di mentalità culturale sia per coloro che intendono venire qui con i propri progetti e capitali, sia per quanti, Istituzioni e imprenditori albanesi, devono offrire accoglienza e possibilità di partenariato”.

Share:
Reklama juaj